xnxx http://duvporn.com pornbrothers free porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Tuesday Data Corner, DAY 22: Rooney spacca record, l'incredibile Butland v Cech e i numeri brutti di Klopp

   

A+ A A-

Tuesday Data Corner, DAY 22: Rooney spacca record, l'incredibile Butland v Cech e i numeri brutti di Klopp

TUESDAY DATA CORNER DAY 22/ INGHILTERRA - Sono stati due turni fantastici, i numeri dell'ultima giornata. Guidolin sarà il 9° manager italiano in Premier League; parliamo di un protagonista assoluto Butland è il portiere con più parate in questa stagione, 81 (già è amore in redazione); il Manchester United ha segnato con tutti e 4 i tiri in porta messi insieme nelle sfide contro il Liverpool in questa stagione; 176, i gol di Rooney con i Red Devils nessuno come lui in Premier con la stessa maglia; il gol di Terry arrivato al minuto 97:53 è il più tardivo della stagione.

Dopo aver dato i numeri qualche chiacchiera da bar, partendo da Tottenham v Sunderland. I Black Cats dopo le vittorie contro Swansea e Aston Villa tornano alla sconfitta in maniera incredibile. Gli Spurs piantano le tende nella metà campo avversaria e subiscono un gol del tutto inaspettato; la squadra di Allardyce però ha delle grosse pecche: qualità limitate in avanti dove Defoe muore di solitudine e la difesa che "rinforzata" al 59' con l'ingresso di Kirchhoff e il passaggio a 5 concede 4 gol in 35'. Il tedesco entra e regala qualche errore in un debutto da dimenticare, gli Spurs sono forti ma per il titolo pesano molto i passi falsi nelle ultime due giornate. 

Passiamo in fretta al Manchester City. Citizen che non giocano benissimo, partenza choc con il Crystal Palace che si mangia una grande occasione e poi arriva la sveglia e l'errore di Hennessey che apre le porte alla squadra di casa. Pardew e compagnia provano a mettere su una reazione ma all'intervallo si arriva 2-0 grazie al ritrovato Aguero. Nel secondo tempo spariscono le Eagles, il City dilaga e prova a risalire la china rosicchiando due punti alla coppia di testa. I londinesi sono arrivati a 5 partite di fila senza segnare, 3 sconfitte e 2 pareggi. Il mercato è aperto!

Incredibile Newcastle. E' bastato un assaggio di Shelvey per far sì che i tifosi si prostrassero ai suoi piedi: 92% di passaggi completati e 71 palloni passati tra i piedi dei 618 toccati dai Magpies. Questo Newcastle va bene 6 gol nelle ultime 5, 3 sconfitte senza segnare con 8 gol incassati; dopo 19 gol fatti in 17 partite la squadra di McClaren ha ingranato una bella marcia e con il rinforzo giusto in difesa... Il West Ham invece dopo 3 vittorie convincenti viene aggredito e subisce due gol in 15' con tanta fatica nel gioco offensivo e manovra lenta, caratteristiche assolutamente contrarie a quelle solite degli Hammers 15/16.

A St. Mary's bella vittoria del Southampton che con 3 gol rispedisce a casa il WBA. Saints che vanno sulle montagne russe, Baggies da 7 punti in 5 partite ma anche tante voci di mercato che disturbano. Da una parte la squadra di casa che è più precisa nel palleggio ma meno forte nella lotta e dall'altra gli ospiti che perdono per 35' la loro solidità e sbandano. Prima la punizione e poi il rigore con Ward-Prowse che regala 3 punti utili, piccola perla il gol di Tadic con la gentile collaborazione di Davis.

Anche per il Bournemouth è festa, il match con un Norwich ancora in cerca della propria strada finisce alla grande. La squadra di Howe ha una buona difesa, tanti bravi centrocampisti che riempiono l'area ma finalmente ha un attaccante che riesce a stare nel gioco dei Cherries. Afobe nelle sue prime due partite è stato molto bravo (qualche gol mangiato), l'ultimo turno però non è stato facile come il 3-0 farebbe pensare. Ai Canaries manca precisione nel tiro (3 su 10 in porta) e una presenza importante in the box che in questi 90' e non solo ha fatto la differenza; 0% dei tiri dall'interno dell'area con poca pericolosità offensiva.

Stagione dura per il Chelsea ennesimo spreco per l'Everton. Toffees che hanno vinto appena una partita su 5, Blues che non perdono da 6 match, una novità per il campionato. La partita vede il ritorno della coppia Fabregas-Costa pensavamo di averli persi nei festeggiamenti dell'ultima stagione, errori difensivi paranormali per gli ospiti che in 2' riescono a farsi rimontare 2 gol di vantaggio. Peccati di gioventù (anche se a sbagliare sono Jagileka e Howard, sul primo gol) che stanno pesando tantissimo sulla classifica degli Scouser. Amarissimo il finale con Funes Mori che al 91' firma il 2-3, ma al 97' difesa che dorme su un pallone che per 3 volte viene preso di testa da giocatori avversari e in offside Terry pareggia. Da difensore 13 anni consecutivi in rete, grazie veramente JT.

Risorge in maniera minima l'Aston Villa. A Villa Park passo falso senza conseguenze per il Leicester City che a Birmingham trova dei Villans senza niente da perdere. Le qualità di questa squadra nel palleggio non sono nuove ma mancava peso in attacco e allora con l'acqua alla gola e il tabellone che segna 0-1 al 67' Gestede si affianca a Kozak e il gol arriva con un tocco di mano dell'ex Blackburn. Partita non chiusa dalle Foxes con il rigore sbagliato da Mahrez e un Vardy non proprio in forma supereroe da qualche match a questa parte ma chiedergli di più sarebbe davvero troppo. Piccola curiosità sono 59 i duelli aerei disputati al 90', il 75% portati a casa dai Villans formato pesi massimi. 

Ad Anfield di scena il big match, il sentitissimo Liverpool v Manchester United. All'andata 45' con 0 tiri in porta, poi si è scatenato l'inferno mentre al ritorno tanta confusione (anche nella testa dei manager forse) e squadre che finiscono il match con un possesso quasi alla pari (53%-47%) e percentuale di passaggi non da grande sfida (75%-73%). 1 tiro in porta basta a Van Gaal per portare a casa una partita giocata male: Rooney andrebbe servito di più e affiancato da qualcuno, centrocampo che non riesce a chiudere in difesa e spingere in attacco. L'olandese è fortunato di fronte ha la squadra che ha subito più gol da angolo, 7, e la squadra che segna meno in Premier League insieme all'Aston Villa ultimo: 10 tiri ogni gol e domenica sono 19 i tentativi e 4 soltanto sono finiti in porta dove gioca un fenomeno, De Gea.

Anche allo Stoke City gioca un fenomeno che si chiama Jack Butland e piace a tanti club inglesi. L'Arsenal con due pareggi di fila spreca ancora l'opportunità di staccare il resto della comitiva e tiene il discorso sull'inconsistenza dei Gunners in piedi. Partita nella media per gli ospiti, che creano solo 3 tiri in porta in 90'. Potters che non soffrono e a fine partita il migliore in campo è quello che sarà il fattore se i londinesi dovessero mettere le mani sul campionato, Petr Cech; per la seconda volta in stagione MOTM secondo WhoScored; in 5 occasioni londinesi che non hanno segnato e per due volte tenuti sullo 0-0 dall'estremo difensore migliore in campo. 

Nuova era allo Swansea City che si apre con l'ultima era del passaggio Curtis che comunque ha fatto un buonissimo lavoro. Il gallese chiude con una vittoria contro un Watford in caduta libera nelle ultime giornate. Hornets con un Ighalo insufficiente e una difesa che balla più del dovuto, il gol di Williams alla mezz'ora è l'unico di una partita con poche emozioni, 4 tiri in porta divisi equamente e un legno per Gomis entrato dalla panchina e pronto per il colpo da pantera. Swans che danno segni di risveglio e provano a guadagnarsi un finale di stagione tranquillo mentre per Sanchez Flores c'è da capire cosa porterà in dote il mercato e cosa toglierà a degli Hornets splendidi ma un pochino provati in questo periodo.  

 

Ultima modifica il
Vota questo articolo
(1 Vota)
Damiano Bezzi

Studente classe '95 che frequenta la facoltà di LINFO, con la passione poi sfociata in mania per il calcio, soprattutto internazionale, ed una religiosa fede per la Premier League.

Torna in alto