xnxx http://duvporn.com pornbrothers free porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Sounds of Football: The Manchester Derby, e la città che vive per musica e calcio

   

A+ A A-

Sounds of Football: The Manchester Derby, e la città che vive per musica e calcio In evidenza

SOUNDS OF FOOTBALL/ 

 

Nelle ore che ci separano dal derby tra Manchester United e Manchester City noi ci siamo permessi di farvi conoscere, riscoprire oppure di mettere insieme, tutta la vita musicale della città. La città ha una storia particolare. Va detto che da Liverpool e dalla capitale Londra arrivano un sacco di band di successo, mentre a Manchester la scena musicale appare piuttosto morta. Lo si può dire al massimo fino agli anni 80’, nonostante un gruppo negli anni 60' ebbe parecchio successo di livello internazionale: i Bee Gees, un gruppo che aveva vissuto e respirato l'aria (non delle migliori) di Manchester. Va però detto che se parliamo di Manchester città non riusciamo a ricollegare tale gruppo, visto che lì non ebbero il successo che trovarono altrove.

Negli anni 80’ però la scena musicale si fonda attorno a qualche club dove nasce uno stile musicale unico. In particolar modo nel locale "The Hacienda", dove si iniziò suonare questo genere di alternative rock. Il locale raggiunse il picco durante il periodo del "Madchester" : il club fonde il rock alternativo, quello psichedelico e la musica dance e quello che nasce è il Madchester. Non si tratta di uno stile ben preciso, ma piuttosto una scena musicale che produce dei talenti incredibili tra gli anni 80’ e I 90’. The Smiths, New Order, The Fall i primi nomi che dominano la scena. I ragazzi di Manchester sono diversi: di solito vengono da una fascia sociale che in quegli anni vive difficoltà immense (la working class), sentono la crisi della città dovuta al crollo del mercato tessile e vedono il mondo in maniera diversa. Prendete gli Smiths, scorrete tra gli album, fermatevi a The Queen Is Dead. Oltre al titolo e alle tante hit colpisce molto la cruda realtà che gli Smiths mettono in scena con le loro canzoni, oltre alla raffinatezza della musica. There is a Light That Never Goes Out la peschiamo proprio da quell’EP e ce la ascoltiamo. La canzone parla di un amore tragico e vi fa capire completamente il senso della vita che la band mancuniana descrive in ogni pezzo. Un amore tragico quello che hanno vissuto i tifosi di entrambe le squadre: le pene dei Red Devils negli anni più bui ma anche la tragica difficoltà nell’essere gli eroi della working class per i Citizens che hanno vissuto sotto una sorta di maledizione che è durata anni e anni (tra i fautori ricordiamo un certo Sir Alex Ferguson). 

Manchester cominciò ad avere un certo spessore grazie a due fratelli che di cognome fanno Gallagher. Liam e Noel, insieme negli Oasis, con la loro musica, entrano nel cuore dei loro concittadini così come di tutta l'Inghilterra e non solo. Il successo è planetario, il loro stile è imitato da tutti. L'accento di Manchester prevale su quello di Londra. Orgogliosi da morire delle proprie origini, non si tirano indietro nell'onorare la propria città: sono diverse le occasioni in cui aprono i loro concerti con un bel "Hello Manchester!", anche se magari il palcoscenico è quello di Wembley. Se si parla di loro non si può non menzionare Wonderwall, il loro successo più grande senza ombra di dubbio. Nonostante sia risaputa la fede dei due fratelli, noi faremo un focus sulla canzone collegandola con entrambe le squadre. Perché questo "Muro delle meraviglie" si può dire che questo muro sia stato scalato da entrambe le parti: dalla parte rossa durante tutta l'era Ferguson, terminata solo due anni fa, coronata con titoli su titoli fino ad arrivare in cima al mondo; dall'altra parte questo muro se lo stanno costruendo passo dopo passo, così come è successo dall'altra parte. Sicuramente in sponda blu questo muro anni fa era solo un sogno.

Oltre agli Oasis però c'è un altro gruppo che ottiene un succeso planetario: i Take That. Sempre da Manchester, il gruppo arriva ad un successo mondiale almeno fino allo scioglimento. La hit che abbiamo scelto tra tutte quelle della band è Rule The World. La canzone parla della forza dell’amore. Noi la interpretiamo come l’obiettivo dei due club: i Red Devils con van Gaal vogliono tornare in alto e in fretta, i Citizens devono tentare di far valere la propria forza anche fuori dai confini della città e della nazione. Non c'è nient'altro da aggiungere,  in ballo c’è l'orgoglio della città. 

 
Ultima modifica il
Vota questo articolo
(0 Voti)
Francesco Viscuso

Studente in Lingue, romano, nato ill 25/08/1993. Si definisce un vero e proprio football-addicted, in particolar modo di calcio inglese. 

Torna in alto