xnxx http://duvporn.com pornbrothers free porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Sounds of Football - Steven Gerrard: il coro e le parodie virali

   

A+ A A-

Sounds of Football - Steven Gerrard: il coro e le parodie virali In evidenza

Sounds of Football vi porta oggi tra gli spalti di Anfield a scoprire la storia e le parodie del coro che i tifosi del Liverpool dedicano ogni weekend al proprio capitano. 

E' difficile sintetizzare a parole ciò che rappresenta Steven Gerrard a Liverpool, un simbolo oltre che semplice calciatore, un nome quasi sacro per ogni tifoso dei Reds, che ogni weekend non mancano di manifestare il loro amore al capitano di mille battaglie anche attraverso questo coro. Che abbia segnato o che stia per battere un corner, che stia uscendo o subentrando, che abbia rubato un pallone o che non abbia fatto semplicemente niente, ad Anfield si udirà sempre: 

Steve Gerrard, Gerrard, 
He'll pass the ball 40 yards 
He's big and he's f**kin' hard, 
Steve Gerrard, Gerrard 

Per rendere ancora più l'idea, lasciamo spazio all'audio del coro, estrapolato dal match del 6 Novembre 2010 contro il Napoli in Europa League, partita nella quale Gerrard realizzò una triplettaCLICCA QUI


Ovviamente questo è solo uno dei tanti cori dedicati al numero 8 ma è sicuramente il più famoso, tant'è che è spesso usato dai tifosi avversari in chiave goliardica per schernire i tifosi del Liverpool quando Gerrard e compagni incappano in giornate negative. Un esempio lampante è quanto successo lo scorso anno quando i Reds perdendo in casa contro il Chelsea, buttarono di fatto al vento la possibilità di vincere la Premier League. Protagonista in negativa di quella giornata fu proprio Steve G, che perse il pallone che diede il via al gol di Demba Ba e che scaturì tra i tifosi Blues questa rivisitazione del coro: "Steve Gerrard, Gerrard. He slipped on his f*cking arse.He gave it to Demba Ba. Steve Gerrard, Gerrard" CLICCA QUI 

Un'altra parodia più recente è quella nata questa settimana a seguito della clamorosa eliminazione dalla finale di Fa Cup del Liverpool che ha così negato la possibilità a Gerrard di potersi giocare l'ultimo trofeo della propria straordinaria carriera nel giorno del suo compleanno. Inevitabili le prese in giro sui social da parte degli avversari: "Steve Gerrard, Gerrard, Gerrard, he’s taking it very hard, sat at home with his birthday cards, Steve Gerrard, Gerrard"

Sicuramente cori poco simpatici per un supporter del Liverpool ma che fanno parte dell'inesauribile ironia inglese, capace di colpire anche una totem del calcio mondiale. Purtroppo solo poche settimane ci separano dall'addio di questo campione che negli ultimi 20 anni ha saputo far gioire, piangere, esaltare e divertire ogni amante di questo sport e che perciò merita il rispetto di tutti, indipendentemente dalla propria fede calcistica perché se ami il calcio non puoi non amare Stven Gerrard. 

Ultima modifica il
Vota questo articolo
(0 Voti)
Diego Megale

Classe 1994, cresciuto sui pericolanti spalti del Granillo di Reggio Calabria, oggi vive nella borghese Milano dove studia Scienze della Comunicazione e intraprende i primi passi nel mondo radiofonico. Twitter (@d_megale)   

 

 

Torna in alto