A+ A A-

Calciomercato - Sliding doors In evidenza

"La vita è soprattutto questione di dettagli e coincidenze" scrive Francesco Vitale nel suo Calciomercato - Sliding doors, edito da Urbone Publishing.

Come dargli torto? La storia è piena di eventi stravolgenti, determinati da un singolo gesto, da una ingegnosa o errata valutazione di singoli individui, dallo svolgimento inesorabile del nesso causa-effetto. Quante volte ci si è chiesti cosa sarebbe accaduto se i fatti si fossero svolti diversamente? Ad esempio, come sarebbe diventata l'Europa se Vercingetorige non si fosse arreso all'assedio di Alesia, magistralmente organizzato da Giulio Cesare nonostante l'esorbitante superiorità numerica dei Galli? Cosa sarebbe stato del Cristianesimo se Massenzio non avesse posizionato così male il suo grande esercito di fronte alle forze di Costantino nella celebre battaglia di Ponte Milvio? Da un singolo dettaglio la storia può essere stravolta.

Ora, se è vero quanto asseriva il filosofo Benedetto Croce, ossia che la storia non può essere sorretta da ipotesi, dubbiosi "se" e immaginazioni virtuali, è anche vero che ciascuno di noi non ha resistito, almeno una volta, a perdersi in fantasie croniche su fatti personali, storici, persino di gossip. Mancava un piacevole esercizio del genere, di cui sono sempre stati praticanti specialmente gli inglesi - si pensi a Winston Churchill e a George Macaulay Trevelyan, per citarne un paio -, nel mondo del Calcio, nello specifico del Calciomercato. La lacuna è stata colmata dal bravissimo giornalista e scrittore romano, Francesco Vitale, il quale ha pubblicato una raccolta di vicende dell'argomento "in materia calcistica che fa fantasticare maggiormente milioni di italiani e appassionati di tutto il mondo", come egli stesso scrive nell'introduzione.

L'autore, però, non si limita a narrarci come e perché il giocatore di turno non sia stato acquistato dalla società che così tanto aveva lavorato per inserirlo nelle proprie fila, ma si pone il quesito su come sarebbero andate le cose se, ad esempio, Diego Armando Maradona fosse stato ceduto dal Napoli di Ferlaino all'Olympique Marsiglia di Tapie. La squadra partenopea avrebbe vinto il suo secondo scudetto? E se Ronaldo avesse scelto la Lazio anziché l'Inter? La clamorosa idea di Galliani di dare a Dan Peterson, vincente uomo del basket, la guida del Milan avrebbe precluso l'arrivo di Arrigo Sacchi e l'inizio di una delle epopee calcistiche più entusiasmanti della storia?

Il libro contiene numerose vicende di calciomercato d'Oltremanica.

Su tutte, "Il clamoroso rifiuto di Shearer al Manchester United", uno dei casi più belli di attaccamento alla maglia, qui del Newcastle United.

Da leggere come sarebbe andata se il lungo peregrinare di Paolo Di Canio nel Regno Unito lo avesse portato dalle parti dell'Old Trafford.

Chi ricorda come andò la mancata cessione di Ibrahimovic all'Arsenal di Wenger?

Sempre a proposito di svedesi, che avrebbe fatto la Reggina con un attaccante come Henrik Larsson, se l'allenatore del Celtic, Martin O'Neill, non lo avesse convinto a restare ancora un anno a Glasgow?

"Sliding doors", per l'appunto, come l'opera cinematografica del britannico Peter Howitt.

In attesa di assistere a un reality del calciomercato, come preconizza Francesco Vitale, gustiamoci questo suo brillantissimo e avvincente volume. Per chi volesse assistere alla presentazione di Calciomercato-Sliding doors alla presenza dell'autore, l'appuntamento è per il prossimo giovedì 4 maggio, alle ore 18:30, a Roma, in Via Romagna 26, nell'ambito del ciclo culturale di incontri "Un caffè liberale con".

Ultima modifica il
Vota questo articolo
(0 Voti)
Massimiliano Giannocco

Nato a Roma, tedia con i propri articoli le redazioni di vari giornali e siti on line, come Rivoluzione Liberale, Geopolitica, L'Opinione, PensaLibero, LiberalCafè, MIT-Modernizzare l'Italia, Il Faro, Sigari Avana e, ovviamente, UK Premier.

Laurea in Economia Aziendale, presso Roma Tre, e Master in Istituzioni Parlamentari per Consulenti d'Assemblea, presso La Sapienza. 

Lavora nel settore dei carburanti e si dedica quale volontario alle battaglie liberali, nel Partito Liberale Italiano.

Tifoso romanista (l'abbonamento annuale in Tribuna Tevere è un'abitudine irrinunciabile), è appassionato di sport, in particolare di calcio, rugby e basket.

Sito web: mrwhig.blogspot.it
Altro in questa categoria: « FIERA DEL LIBRO: London rules
Torna in alto