http://duvporn.com pornbrothers hd young porn mobile porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Qualificazioni Mondiali 2018: Il bello deve ancora venire

   

A+ A A-

Qualificazioni Mondiali 2018: Il bello deve ancora venire In evidenza

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2018 INGHILTERRA SCOZIA IRLANDA DEL NORD/TAQAALI- Giornata da bottino pieno per le formazioni britanniche impegnate nel girone di qualificazione ai mondiali, entrate nella loro fase cruciale. Quando alla fine dei gironi mancano 3 gare, gli ultimi dettagli stanno per essere limati e ogni errore potrebbe rivelarsi fatale.

Partendo dalla capolista Inghilterra, alla prima senza Wayne Rooney e al ritorno a Malta dopo 46 anni. I Three Lions nel primo tempo creano diverse chance ma non riescono a sfruttarle chiudendo sullo 0-0. Nella ripresa la squadra di Southgate lascia alcuni spazi ai padroni di casa che si rendono pericolosi con una conclusione dalla distanza che termina di poco fuori alla destra di Joe Hart. Il pericolo si rivela una scossa per i Three Lions che reagiscono e trovano il gol del vantaggio sull'asse Alli-Kane con il primo che finta la conclusione mandando fuori tempo due difensori per poi servire il compagno di club che non perdona il portiere Hogg e trova il gol dell'1-0. Una volta trovato il vantaggio è tutto più facile per gli inglesi che trovano i gol che chiudono il conto: all'86° Bertrand sorprende il portiere Hogg con un tiro dalla distanza, pochi minuti dopo un anticipo in spaccata di Welbeck su cross di Kane porta il risultato sullo 0-3. Neanche il tempo di respirare e l'Inghilterra trova anche il 4° gol con un assist di Kane a centro area su assist di Rashford. L'impressione è che una volta sbloccata la gara, la Nazionale di Southgate trovi tutto più semplice. Servirà questo e molto di più però per sconfiggere la Slovacchia, avversaria lunedì a Wembley nello scontro diretto che può rivelarsi decisivo non solo per i Three Lions, ma anche per la Scozia

Esultanza dei calciatori inglesi.

 

Già, perché grazie al successo netto sul campo della Lituania, la Scozia rientra pesantemente in gioco per la qualificazione, almeno agli spareggi della manifestazione. Grazie al 3-0 inflitto alla Nazionale baltica e al contemporaneo successo della Slovacchia nello scontro diretto con la Slovenia, la formazione di Gordon Strachan aggancia la i secondi e si porta a meno 4 dai primi. Tutto questo con lo scontro diretto da disputare sul proprio campo, e con un possibile aiuto dell'Inghilterra, che dovrà ospitare entrambe le rivali della Tartan Army. In un match reso non semplice dal dinamismo dei padroni di casa, la nazionale di Strachan soffre ma fa suo il match nel giro di cinque minuti prima con un colpo di testa di Armstrong su calcio d'angolo di Griffiths, poi con uno splendido sinistro di Andrew Robertson al 30°. Nella ripresa a chiudere i conti ci pensa McArthur ancora su assist di Griffiths. Il Blocco Celtic si rivela ancora una volta essenziale per la Nazionale di Strachan, che con un successo su Malta potrebbe riavvicinarsi al sogno Mondiale, che manca dal 1998.

via GIPHY

Lo splendido sinistro a giro di Andrew Robertson.

 

La situazione nel gruppo F, con 4 squadre che si giocano 2 posti a 3 gare dal termine.

Possibilità di andare al mondiale sempre più vicina per l'Irlanda del Nord, che vince non senza faticare sul campo di San Marino e si avvicina sempre di più almeno agli spareggi per i mondiali. La minaccia Repubblica Ceca è distante 7 punti e con lo scontro diretto da giocarsi lunedì sul proprio campo. In quel caso basterà infatti un pareggio all'Ulster per essere certa di potersi giocare la qualificazione in una doppia gara. Nonostante l'impegno non fosse dei più impegnativi, la squadra di Michael O'Neill fatica tantissimo nel primo tempo visti i pochi spazi concessi da San Marino rendendosi pericolosa solo su palla inattiva quando un colpo di testa di Josh Magennis colpisce il palo a portiere battuto. Nella ripresa il tecnico nordirlandese toglie uno spento Lafferty e le cose cambiano: nel giro di pochi minuti Magennis va a segno con una doppietta, prima su assist di Steven Davis con una conclusione a porta vuota, poi con un colpo di testa a porta vuota su assist di Conor Washington. Nel finale è lo stesso capitano a chiudere i conti con una precisa conclusione dal dischetto al minuto 78. Secondo posto ipotecato dunque per l'Ulster, pronta a giocarsi un posto al Mondiale che manca dal 1986.

Magennis festeggiato dopo una delle due reti che hanno regalato il successo all'Irlanda del Nord

Ultima modifica il
Giulio Bianco

Studente classe 90, un diploma da Ragioniere ed una laurea in lingue (ambito turistico) alle spalle, ha una passione per il football d'oltremanica nata grazie a Gianfranco Zola. Ama il calcio in generale, ma soprattutto le "lower leagues".

Torna in alto