pornbrothers hd young porn mobile porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx COMMUNITY SHIELD: Wenger al 7° cielo, ennesimo trionfo a Wembley

   

A+ A A-

COMMUNITY SHIELD: Wenger al 7° cielo, ennesimo trionfo a Wembley In evidenza

COMMUNITY SHIELD ARSENAL CHELSEA/ LONDRA - Si apre con il classico incontro d'agosto la stagione del calcio inglese. Da Wembley i campioni d'Inghilterra del Chelsea cercano la rivincita sui campioni della FA Cup, l'Arsenal di Wenger. 

Sorprese e assenze da una parte e dall'altra: Gunners che si presentano senza Ozil, Sanchez, Ramsey e Walcott e Giroud che partono solo dalla panchina, in campo l'attesissimo Lacazette. Conte riparte dal 3-5-2 e da 9 confermatissimi 11 della formazione titolare dello scorso anno: oltre allo scaricato Diego Costa manca Hazard all'appello, partono dalla panchina i nuovi Rudiger e Morata. 

Sorprese dicevamo come quelle che l'Arsenal gioca nei primi minuti ai Blues, molto distratti soprattutto nella marcatura di Iwobi, il nigeriano al 7' si ritaglia la prima occasione ricevendo in area e saltando Luiz, il tentativo di dribbling su Courtois è troppo pretenzioso e l'azione si conclude con la conquista del corner. Sempre Gunners che dagli sviluppi del corner costruiscono con Xhaka che con il sinistro premia il taglio e lo stacco di Danny Welbeck, debole il suo colpo di testa e parata semplice. Insoddisfatto il manager italiano che soffre in panchina e al 22' è il momento di Lacazette, l'ex Lione la nasconde ai difensori avversari dimostrando ottima tecnica e poi prova il tiro a giro, Courtois battuto e solo il palo gli toglie la gioia del gol all'esordio. Alla mezz'ora primo squillo dei campioni d'Inghilterra, Moses brucia tutti ed entra in area con la solita fisicità ma da posizione defilata è costretto alla conclusione, Cech si rifugia in angolo. Adesso le forze in campo sembrano invertite, al 35' Pedro va molto vicino al gol ma c'è un super intervento dell'ex numero 1 Blues. Nel finale di tempo Iwobi regala un super numero dribblando in area su tre difensori in uno spazio strettissimo, il tiro successivo però è veramente pessimo e la partita finisce dopo 3' di recupero.

Alla ripresa bastano pochi secondi per il vantaggio Blues, corner spazzato dalla difesa dei Gunners preda di un giocatore del Chelsea che la rimette dentro e trova un grande inserimento di Moses che beffa la linea avversaria in uscita, non cade nella trappola del fuorigioco e da solo davanti a Cech non sbaglia. Arsenal in alto mare, Fabregas al cross, Holding cicca la respinta che diventa buona per Batshuayi ma il belga non controlla bene e la palla diventa preda del portiere. All'ora di gioco torna a farsi vedere la squadra dell'alsaziano, Elneny sulla fascia riceve e va al tiro, palla che per poco non beffa anche Courtois che vola e evita il gol! Tentativo folle che però rilancia la squadra in svantaggio, qualche minuto più tardi ci prova l'altro mediano, Xhaka dai 30 metri, botta tremenda ma Courtois vola e va in angolo. A 10' dalla fine il Chelsea resta in 10 per l'espulsione e 2' più tardi Kolasinac sulla punizione messa in area stacca da solo e non può sbagliare, gol all'esordio per il meno atteso tra i volti nuovi. Nel finale tre incredibili occasioni, da una parte Morata viene pescato in area e di testa sfiora il palo esterno mentre dall'altra parte doppia occasione per Walcott che però sbatte contro il portiere avversario e non riesce a piazzare in rete. 

Si va ai rigori con il nuovo sistema ABBA. Dopo i primi tre messi tutti in rete si presenta al dischetto Courtois che manda alto, il tentativo successivo di Morata invece finisce sul palo esterno e gli ultimi due consecutivi di Chamberlain e Giroud sono decisivi per il 4-1 finale che da la coppa all'Arsenal. 

ARSENAL V CHELSEA 1-1 (46' Moses, 82' Kolasinac)

Cech; Holding, Mertesacker (dal 32' Kolasinac), Monreal; Bellerin, Elneny, Xhaka, Oxlade-Chamberlain; Iwobi (dal 67' Walcott), Welbeck (dall'87' Nelson), Lacazette (dal 66' Giroud)

A disp: Ospina, Maitland-Niles, Willock

Courtois; Azpilicueta, Luiz, Cahill; Moses, Fabregas, Kante, Alonso (dal 79' Rudiger), Willian (dall'82' Musonda), Pedro, Batshuayi (dal 74' Morata)

A disp: Caballero, Christensen, Scott, Boga

AMMONITI: Azpilicueta, Bellerin, Alonso, Willian  

ESPULSI: Pedro

Ultima modifica il
Vota questo articolo
(0 Voti)
Damiano Bezzi

Studente classe '95 che frequenta la facoltà di LINFO, con la passione poi sfociata in mania per il calcio, soprattutto internazionale, ed una religiosa fede per la Premier League.

Torna in alto