xnxx http://duvporn.com pornbrothers free porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Vincent eroe di Hampden Park in un finale complicato, Inverness alla sua 1° Coppa di Scozia!!

   

A+ A A-

Vincent eroe di Hampden Park in un finale complicato, Inverness alla sua 1° Coppa di Scozia!! In evidenza

SCOTTISH CUP FINAL INVERNESS CT FALKIRK HAMPDEN PARK/ GLASGOW - Emozioni ad Hampden Park in una finale di Scottish Cup potenzialmente fatata per entrambe le sfidanti in caso di vittoria, con in ballo rispettivamente la prima coppa nazionale della storia ed un clamoroso pass europeo. Lo spettacolo finale è stato di quelli emozionanti.

Queste le sfidanti: l'Inverness, formazione di Scottish Premiership che ha terminato al 3° posto la stagione di campionato appena conclusa ed il Falkirk, conquistatore in passato di 2 Scottish Cup e militante in Scottish Championship, la seconda serie nazionale nella quale è arrivato un 5° posto che non ha dato accesso ai playoff promozione.

Il cammino è stato decisamente differente, con il Falkirk alla prima sfida contro una formazione di massima serie: superato 1-0 il Cowdenbeath (2° serie) a novembre nei sedicesimi, agli ottavi è stato 2-1 contro il Brechin (3° serie) a febbraio, mentre i quarti di marzo (prima sfida in trasferta) hanno visto la vittoria 1-0 in casa del Queen of South (2° serie). La semifinale è stata contro l'Hibernian, sempre di 2° serie, battuto anche qui a domicilio e sempre per 1-0 ad aprile.

Questo invece il percorso dell'Inverness: ai sedicesimi, contro il St Mirren (SPS) è stato necessario il replay dopo l'1-1 esterno, con il 4-0 in casa che ha spalancato le porte degli ottavi in casa del Partick Thistle (SPS, 1-2 esterno) e poi dei quarti, dove è stato incontrato l'avversario più morbido di questa traversata: il Raith Rovers (2° serie), battuto in casa 1-0. La semifinale contro il Celtic Glasgow strafavorito è stata poi epica, decisa solo ai supplementari col punteggio finale di 3-2 ed i biancoverdi in 10 uomini dall'inizio del secondo tempo.

Percorsi diversi, una serie di differenza in campionato ma tutto che si decide in 90' senza appello, per entrare nella storia. L'Inverness si porta in vantaggio all'intervallo grazie alla rete di Watkins, trequartista che ha battuto MacDonald sul suggerimento del compagno di squadra Doran al minuto 38. Sembrava a quel punto quasi una formalità, ma la magia della coppa nazionale si è confermata tale anche stavolta. Arrivati a 15 minuti dalla fine dei tempi regolamentari e dunque (a quel punto) della partita, la svolta: rosso a Tremarco, terzino sinistro dell'Inverness che lascia i suoi in 10 e ravviva la fiammella di speranza per il Falkirk, che ne approfitta subito: minuto 80 con il pari di Grant su assist di Alston.

Ma la dea bendata ha deciso che l'Inverness deve sollevare la sua prima Scottish Cup della storia, e Vincent all'86' scaglia in rete la palla decisiva che manda in paradiso più di una tifoseria. Sì, perchè l'apoteosi è per il Caledonian che può festeggiare al cielo di Hampden Park, ma festeggia anche il St Johnstone che grazie a questo risultato si guadagna il passaggio in Europa League.

A testa alta il Falkirk, andato vicino all'impresa e che forse pregustava almeno i tempi supplementari nei quali sfruttare pesantemente l'uomo in più. Non è andata così, con la vittoria della formazione di massima serie, ma Houston può essere fiero dei suoi ragazzi che hanno condotto fino al 30 maggio la propria stagione di coppa.

TABELLINO

Inverness CT v Falkirk 1-0 (38' Watkins (INV), 80' Grant (FAL), 86' Vincent (INV))

Inverness CT (4-2-3-1): Esson; Tremarco, Meekings, Devine, Shinnie; Draper, Tansey; Christie (72' Vincent), Doran (78' Williams), Watkins (93' Ross); Ofere A disp: Horner, Kink, Mackay, Polworth All: Hughes

Falkirk (4-4-1-1): MacDonald; Duffy, McCracken, Grant, Leahy; Alston, Vaulks, Taiwo, Sibbald; Smith (62' Biabi); Loy (95' Morgan) A disp: Blair, Bowman, Cooper, Dick, Muirhead All: Houston

Espulsi: 75' Tremarco (INV)

Ultima modifica il
Luca Masiello

Co-direttore di UkPremier, con cui ha intrapreso per la prima volta l'avventura del web. Dottore in Economia e Commercio e con un diploma linguistico alle spalle, sogna un giorno di diventare giornalista coltivando la sua passione per la scrittura. Parole d'ordine: l'obiettività prima di tutto, ma mai prendersi troppo sul serio!

Torna in alto