pornbrothers hd young porn mobile porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Guida alla Scottish Premiership 2017-2018: tutti alla caccia del Celtic

   

A+ A A-

Guida alla Scottish Premiership 2017-2018: tutti alla caccia del Celtic In evidenza

Tutto quello che c'è da sapere per arrivare preparati alla nuova stagione di calcio scozzese. 

Il tempo delle amichevoli e delle chiacchiere è finalmente finito: domani si torna a fare sul serio in Scozia con la Premiership che apre i battenti di una nuova e lunga annata che si preannuncia ricca di spunti e interesse. 


SQUADRE PARTECIPANTI, GEOGRAFIA E CAPIENZA STADIO: 

AberdeenCelticDundeeHamilton Academical
Pittodrie Stadium Celtic Park Dens Park New Douglas Park
Capacity: 20,866[3] Capacity: 60,411[4] Capacity: 11,506[5] Capacity: 5,510[6]
Pittodrie from Block Y, May 2015.jpg Celtic Park New.jpg Dens stand.jpg New Douglas Park - 1.jpg
Heart of Midlothian Hibernian
Tynecastle Park Easter Road
Capacity: 17,480[7] Capacity: 20,421[8]
Tynecastle Stadium 2007.jpg Easter Road 2010.JPG
KilmarnockMotherwell
Rugby Park Fir Park
Capacity: 17,889[9] Capacity: 13,677[10]
Rugby Park.jpg Fir Park, Motherwell. - geograph.org.uk - 219204.jpg
Partick ThistleRangersRoss CountySt Johnstone
Firhill Stadium Ibrox Stadium Victoria Park McDiarmid Park
Capacity: 10,102[11] Capacity: 50,817[12] Capacity: 6,541[13] Capacity: 10,696[14]
<script type='text/javascript'>
 <!--
 var prefix = 'ma' + 'il' + 'to';
 var path = 'hr' + 'ef' + '=';
 var addy72415 = 'JHS' + '@';
 addy72415 = addy72415 + 'Firhill' + '.' + 'jpg';
 document.write('<a ' + path + '\'' + prefix + ':' + addy72415 + '\'>');
 document.write(addy72415);
 document.write('<\/a>');
 //-->\n </script><script type='text/javascript'>
 <!--
 document.write('<span style=\'display: none;\'>');
 //-->
 </script>Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 <script type='text/javascript'>
 <!--
 document.write('</');
 document.write('span>');
 //-->
 </script> Ibrox Inside.jpg Victoria park 2.jpg McDiarmid Park.jpg

IL SUPER FAVORITO
Risultati immagini per celtics cottish prem 17
Anche quest'anno sembra tutto apparecchiato in favore del Celtic, detentore del titolo da 6 anni consecutivi e reduce da una delle stagioni più positive della propria storia sotto la guida di Brendan Rodgers. Il manager nordirlandese infatti al suo primo anno sulla panchina biancoverde è riuscito laddove molti suoi predecessori avevano fallito ossia riportare il club nella fase a gironi di Champions League, conquistare i 3 titoli nazionali (il cosiddetto treble, che mancava dal 2001) e fratumare record risalenti addirittura agli anni dei Lisbon Lions.
Una squadra dall'elevato tasso tecnico che non ha ricevuto scossoni in questo mercato, mantenendo in rosa tutti i propri big - da Moussa Dembelè a Kieran Tierney, passando per Scott Sinclair e Stuart Armstrong - eccezion fatta per Patrick Roberts, rientrato al Manchester City ma che potrebbe forse tornare a Glasgow nel caso i due club trovassero l'intesa per il rinnovo del prestito. Sul fronte entrare da segnalare l'arrivo del francese ex Genoa Oliver Ntcham e quello di Jonny Hayes, attaccante di talento strappato ai rivali dell'Aberdeen. 

LE RIVALI
Risultati immagini per rangers caixinha
Sulla carta i principali antagonisti dei biancoverdi per blasone ma soprattutto per il mercato poderoso sono i cugini dei Rangers del nuovo manager Pedro Caixinha. Il portoghese - subentrato in corsa la scorsa primavera, trainando la squadra al terzo posto della classifica - ha dato il via a una vera e propria rivoluzione con ben 9 nuovi acquisti, di cui 4 suoi connazionali. Nonostante ciò non mancano i primi malumori dei tifosi intorno all'allenatore, soprattutto dopo la precoce ed imbarazzante eliminazione dai preliminari di Europa League per mano di una squadra lussemburghese. Inoltre la cessione di due idoli di Ibrox come McKay e Garner non ha disteso gli animi con parte della tifoseria che potrebbe dunque esplodere in contestazione in caso di nuovi passi falsi.

Grandi cambiamenti anche in casa Aberdeen, stabilmente seconda forza di Scozia da molti anni, e ripartita da un nuovo ciclo dopo le cessioni di molti big come Jack (passato ai Rangers), McGinn (esperienza in Asia) e Hayes (Celtic). La società non è però rimasta a guardare, portando alla corte di McInnes alcuni profili interessanti come quelli degli ex Celtic Ryan Christie e Gary Mackay Steven e l'ex Inverness Greg Tansey. Così come i Gers, anche i biancorossi hanno però fallito la qualificazione alla fase a gironi di Europa League venendo eliminati dai ciprioti dell'Apollon Limassol. Due flop europei che mettono a nudo la differenza tecnica esistente tra il Celtic ed il resto di Scozia ma che potrebbe anche rivelarsi un'arma a doppio taglio per gli Hoops che dovranno gestire un calendario sicuramente più fitto ed impegnativo rispetto alle rivali. 

LA LOTTA PER IL QUARTO POSTO E L'EDIMBURGH DERBY
Risultati immagini per edinburgh derby
La stagione 2017/2018 segnerà il tanto atteso ritorno del derby di Edimburgo tra Hearts ed Hibernian, quest'ultima ritornata in massima serie dopo anni di purgatorio in Championship. Uomo della provvidenza degli Hibs è stato il manager Neil Lennon, vecchia conoscenza del Celtic, che ha riportato nella serie che le compete una delle società più rinomate di Scozia per storia e palmares. Rispetto alla scorsa trionfale annata però i biancoverdi dovranno fare a meno di uno dei propri uomini simbolo ossia Jason Cummings, trasferitosi in Inghilterra tra le fila del Nottingham Forest. Una perdita colmata dagli arrivi di attaccanti rodati come Swanson (30 anni, ex St Johnstone), Simon Murray (25 anni, ex Dundee United ed in grande spolvero in questa pre-season) ma soprattutto una vecchia conoscenza come Anthony Stokes, alla sua terza esperienza in maglia biancoverde ed eroe dell'ultima Scottish Cup vinta nel 2016 dopo 114 anni di attesa. Insomma una rosa di ottima qualità che potrebbe rivelarsi la mina vagante del campionato e che ha tutte le carte in regola per ambire al quarto posto valevole i playoff di Europa League. 

Alla quarta piazza puntano anche i cugini degli Hearts, che dovranno prima fare chiarezza intorno alla guida tecnica dopo l'esonero a pochi giorni dall'inizio del campionato del manager Ian Cathro. Il trentunenne paga a caro prezzo la precoce eliminazione dei Maroons dalla League Cup, avvenuta dopo il pareggio interno per 2-2 contro una squadra di serie inferiore come il Dunfermline che si è successivamente imposto ai calci di rigore. Un umiliazione che ha portato la proprietaria Ann Budge alla decisione di interrompere il rapporto con lo scozzese che già da tempo era inviso da gran parte della tifoseria in seguito alla deludente passata stagione (quinto posto in Premiership, flop nelle coppe nazionali). Le uniche note positive al momento sono rappresentate dal nuovo Tynecastle, ampliato di capienza dopo la ristrutturazione della Main Stand e dall'acquisto di spessore della punta nordirlandese Kyle Lafferty (ex Rangers), sul quale sono riposte gran parte delle speranze dei tifosi. 

Infine attenzione al solito St Johnstone, passato da favola a solida realtà del calcio scozzese con una serie di ottimi piazzamenti nelle ultime stagioni culminati con la conquista della quarta piazza la scorsa stagione. Gran parte del merito va all'esperto Tommy Wright, in panchina dal 2011 e vera icona dalle parti del McDiarmid Park, soprattutto dopo la storica vittoria della Scottish Cup nel 2014. 

RELEGATIONE ZONE E POSSIBILI SORPRESE
Immagine correlata
Le restanti 6 squadre posseggono un livello tecnico inferiore alla concorrenza, per tale ragione la seconda metà della classifica sarà presumibilmente occupata da loro. Stiamo parlando di Dundee, Kilmarnock, Motherwell, Hamilton Accies, Partick Thistle e Ross County. Tra questi sei club quelli più a rischio retrocessione appaiono l'Hamilton Accies - reduce da una salvezza all'ultimo respiro ottenuta ai playout contro il Dundee United e con un budget di mercato tra i più bassi della lega - il Kilmarnock ed il Motherwell, in particolare quest'ultimi rischiano di pagare caro le cessioni eccellenti di McDonald e quella probabile di Moult (autore di 30 gol negli ultimi due anni).
Potrebbe pagare dazio anche il Ross County dopo la perdita del capocannoniere dello scorso campionato, Liam Boyce, rimpiazzato da due scommesse come la punta danese Mikkelsen e l'ex Wigan Billy McKay. Senza il proprio trascinatore e nel caso di flop dei suoi sostituti, la squadra potrebbe rischiare di seguire l'esempio dei cugini dell'Inverness, retrocessi a sorpresa la scorsa stagione. Infine il Partick Thistle ed il Dundee sulla carta dovrebbero riuscire a centrare una salvezza tranquilla ma attenzione al mercato ed ai possibili scossoni che potrebbero verificarsi da qui al 31 agosto, che potrebbero ridisegnare gli equilibri e le ambizioni di molte squadre. 

Qui di seguito il programma della prima giornata, al via domani alle 13.30 al Celtic Park: 

Sabato 5 agosto
Celtic-Hearts ore 13.30
Dundee-Ross County ore 16.00
Hibernian-Partick Thistle ore 16.00
Killmarnock-St Johnstone ore 16.00

Domenica 6 agosto
Motherwell-Rangers ore 13.30
Aberdeen-Hamilton ore 16.00

Ricordiamo che i diritti della Scottish Premiership 2017-2018 in Italia sono detenuti da Premium Sport. 

Ultima modifica il
Diego Megale

Classe 1994, cresciuto sui pericolanti spalti del Granillo di Reggio Calabria, oggi vive nella borghese Milano dove studia Scienze della Comunicazione e intraprende i primi passi nel mondo radiofonico. Twitter (@d_megale)   

 

 

Torna in alto