A+ A A-

Il ritorno di Schweinsteiger: ieri finalmente in panchina

SCHWEINSTEIGER MANCHESTER UNITED WEST HAM/ MANCHESTER - A distanza di qualche mese, ieri il tedesco ha rivisto il campo, solo dalla panchina però.

 

Basti è tornato. O, perlomeno, Mou è tornato a considerarlo. Inevitabile: quando non vinci devi cambiare. E Mou di certo non vince, quindi deve cambiare. Ha iniziato a farlo qualche giornata fa ma la tendenza, purtroppo per lui, è parsa la medesima. In ogni caso lo Special One, che poi a conti fatti tanto "Special" non lo è più, in una situazione burrascosa come quella attuale non può permettersi di schierare lo stesso undici per più di un match. Chiaramente al momento non ha ancora trovato una formazione che possa fornire garanzie e costanza. Ragion per cui il portoghese le sta provando tutte. Prova ne è la convocazione di Bastian Schweinsteiger. Uno che non vedeva il campo da secoli. Addirittura relegato alla seconda squadra, totalmente privo di considerazione. Eppure parliamo di un campione del mondo. Per anni Schweinsteiger è stato annoverato fra i migliori centrocampisti del pianeta: un concentrato di tecnica, muscoli e mentalità. Qualità attualmente arrugginite, vista l'inspiegabile esclusione dai piani dello United. Ma parliamo comunque di un signore del football, un giocatore vero. Domenica si è limitato alla panchina, non basta. Lo aspettiamo sul rettangolo verde, Basti.

Lorenzo Del Papa

Studente. Classe 1999. Collabora con diverse testate. Segue il calcio nostrano e il football inglese.

lorenzodelpapa@yahoo.com

Torna in alto