http://duvporn.com pornbrothers hd young porn mobile porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx 5 considerazoni sul 6° turno di Premier League

   

A+ A A-

5 considerazoni sul 6° turno di Premier League In evidenza

PREMIER LEAGUE RIEPILOGO 6A GIORNATA/LONDRA- Altro giro ricco di emozioni in Premier League, dove nella sesta giornata sono state messe a segno 29 reti, con una media di 2,9 gol a partita. Ma cosa ci lascia questa giornata? Ecco a voi alcune considerazioni sul turno appena trascorso.

 

United v City v Chelsea: lotta più che aperta

Partiamo dalla testa della classifica, dove a comando c'è il Manchester City di Guardiola, che, vista la migliore differenza reti sovrasta i cugini dello United. In 6 giornate sono 21 le reti messe a segno dai Citizens, ben 16 nelle ultime 3 gare. A farne le spese nel turno è stato il fanalino di coda Crystal Palace, che continua a stabilire record negativi non avendo ancora né fatto punti né segnato un gol. La classifica recita un -13 in differenza reti che scoraggerebbe chiunque, visti gli imminenti impegni con Manchester United e Chelsea. Continua ad avere un'ottima tenuta difensiva lo United di Mourinho, che in queste prime giornate ha mantenuto ben 5 volte la porta inviolata. Decisivo ancora una volta Lukaku, al sesto gol con la nuova maglia. Vine e convince, per lo più su un campo difficile il Chelsea, che si impone al Bet365 Stadium con un perentorio 4-0 firmato dal duo spagnolo Morata-Pedro, con l'ex Real Madrid autore di una tripletta e sempre più uomo del momento. Per il week-end non prendete impegni: a Stamford Bridge è tempo di sfida al vertice. Chelsea-Manchester City promette spettacolo. 

 

 

                                                                                                                                                                             

via GIPHY

Lo splendido gol messo a segno da Delph per il 5-0 definitivo, ripreso dagli spalti.

 

I riscatti di Arsenal, Tottenham e Liverpool

Dopo che nello scorso weekend erano rimaste a secco nei rispettivi match, una per una rete annullata e l'altra per i miracoli del portiere avversario, Arsenal e Tottenham si riscattano vincendo i rispettivi incontri. Nell'opening match del turno, gli Spurs ottengono il terzo successo esterno in altrettante gare superando il West Ham all'Olympic Stadium. Una doppietta di Kane nel primo tempo ed un bel gol di Eriksen permettono ai ragazzi di Pochettino di fare suoi altri tre punti nonostante il tentativo disperato degli Hammers di raddrizzare l'incontro con le reti di Kouyate e Chicharito Hernandez. Successo netto invece per i Gunners, che nel Monday Night hanno superato senza problemi il WBA grazie ad una doppietta di Lacazette. Giornata agrodolce per Gareth Barry, che non riesce a festeggiare nel modo migliore la presenza numero 633 in Premier League.

 

                                                                                                                                                                             

via GIPHY

Eriksen chiude i conti con un bel destro al volo.

 

Vince ma non convince infine il Liverpool, che sul campo del Leicester conquista tre punti preziosi, i primi fuori casa dell'anno. Nei Reds, ancora una volta rivedibili in fase difensiva, 4° gol stagionale per Salah, mentre tornano al gol Coutinho e Jordan Henderson, che a distanza di un anno la rimette dentro. Decisivo anche Mignolet, bravo ad ipnotizzare Jamie Vardy dal dischetto.

 

                                                                                                                                                                             

via GIPHY

Il calcio di punizione di Coutinho si rivela una sentenza per Schmeichel. 

 

Oumar Niasse: From zero to Hero

C'è una squadra, l'Everton,che ha fatto un mercato fatto di grandi spese e nomi eccellenti, ma che fatica ad ingranare e perciò si trova in un momento non delicato, di più, viste le ultime sconfitte, la scarsa fase realizzativa ed una classifica deficitaria complici gli impegni difficili. E sotto nel punteggio in casa contro il Bounemouth. Le cose si mettono male per Koeman, chiamato a fare il salto di qualità dopo la passata stagione fatta di alti e bassi. Ma ad un tratto il colpo di genio: esce Rooney ed entra Niasse. Chi? Ma è ancora in rosa? Avranno pensato i tifosi dei Toffees, che in tre anni non lo hanno visto praticamente mai in campo. Ma il campo da ragione al tecnico olandese, con il sengalese che grazie a una doppietta permette ai Toffees di ritrovare il sorriso e tirare un sospiro di sollievo, proprio quando gli spettri di una nuova sconfitta erano sempre più vicini. 

Oumar Niasse, l'eroe inatteso. 

Watford formato trasferta

La sonora sconfitta incassata contro il Manchester City la scorsa settimana avrà frenato gli entusiasmi del Watford, dopo un bell'inizio di stagione? Assolutamente NO! L'undici di Marco Silva si ritrova ottenendo il terzo successo consecutivo fuori casa. A farne le spese lo Swansea City, sconfitto 2-1. Al termine di una gara aperta, sono i neo-acquisti Andre Gray e Richarlison a rivelarsi decisivi. In mezzo il pareggio parziale firmato da Tammy Abraham, giovane molto interessante arrivato in prestito dal Chelsea. Ci sarà ancora da lavorare per Clement, giunto al 3° ko in campionato, tutti in casa. 

Il brasiliano manda in visibilio i tifosi delle Hornets.

Le matricole avanzano

Due squadre a quota 9 ed una a quota 7, sono le neopromosse Newcastle, Brighton & Hove Albion e Huddersfield Town, che stazionano a metà classifica dopo 6 gare. Tornano a vincere i Seagulls, cadono dopo tre successi di fila i Magpies, che incassano la terza sconfitta in 4 gare all'Amex Stadium. Decisiva una rete di Hemed ad inizio ripresa dopo un buon primo tempo di marca. Il ritorno in campo di Shelvey dopo la squalifica non basta agli uomini di Benitez, che nel prossimo turno se la vedranno con il Liverpool. Avanza a piccoli passi l'Huddersfield Town, che pareggia in casa del Burnley, mantenendo la porta inviolata per la 4° volta. 

 

Il salvataggio più bello e spettacolare del week-end lo realizza Gosling nel match contro l'Everton, che in spaccata evita che il pallone oltrepassi la linea. 

 

                                                                                                                                                                   

via GIPHY

I tifosi dell'Everton sono pronti a gioire, ma Gosling nega la gioia del gol.

 

Nella stessa partita, poco prima, Pickford aveva negato la gioia del gol a Defoe, si era sullo 0-1 e la partita poteva compromettersi per i Toffees.

 

 

                                                                                                                                                                   

via GIPHY

Pickford ipnotizza l'ex compagno di squadra in uno contro uno. 

 

Ultima modifica il
Giulio Bianco

Studente classe 90, un diploma da Ragioniere ed una laurea in lingue (ambito turistico) alle spalle, ha una passione per il football d'oltremanica nata grazie a Gianfranco Zola. Ama il calcio in generale, ma soprattutto le "lower leagues".

Torna in alto