xnxx http://duvporn.com pornbrothers free porn porn video teen porn porn site XXX Porn Free porn videos Xnxx Squalifiche e penalizzazioni, è il Portadown il fanalino di coda d'Europa

   

A+ A A-

Squalifiche e penalizzazioni, è il Portadown il fanalino di coda d'Europa In evidenza

PORTADOWN FC NIFL / PORTADOWN - Che dopo quasi 130 anni di storia e un palmarès fatto di quattro campionato e tre Irish Cup il Portadown si riducesse così, a Shamrock Park se lo sarebbero mai aspettati.

Arrivati a metà della stagione nei campionati d'Europa, sono i Ports la squadra peggiore del continente. Motivo? Non sono i brutti risultati sul campo ma le tante squalifiche e penalizzazioni che stanno falcidiando il club. Senza andare troppo lontano con il tempo, dall'addio dello storico manager Ronnie McFall (ne avevamo parlato, CLICCA QUI), nella Contea di Armagh nessuno si sarebbe aspettato di vedere la squadra all'ultimo posto, con tanto di -1.

Sul campo, i punti conquistati dai Ports Nella Northern Ireland Football League sarebbero undici, ma i provvedimenti amministrativi hanno costretto il club a tornare indietro, con un -11 da scontare e con tredici punti di ritardo dai penultimi Carrick Rangers.

La stagione di Shamrock Rock era già iniziata male in estate, quando le difficoltà finanziarie e gli illeciti amministrativi avevano costretto la NIFL a stangare uno dei club storici dell'Ulster. Non solo, a complicare la già delicata situazione del Portadown è poi arrivato anche un embargo sul mercato che ha costretto il board a non fare affidamento su eventuali nuovi arrivi, tutti congelati fino all'estate 2017. Quando il peggio sembrava passato, però, ecco che nell'unico pomeriggio di gloria dell'anno, la NIFL sia stata costretta a intervenire un'altra volta annullando la bella vittoria per 3-1 sull'Ards. Robert Garrett, infatti, non poteva giocare perchè squalificato, e il 3-1 finale è diventato 0-3 a tavolino e 350 sterline di multa che le già precarie casse del club avrebbero voluto farne volentieri a meno.

A Portadown non stanno però perdendo le speranze. Il presidente Roy McMahon ha detto di credere ancora nella salvezza (quella sul campo, perchè per quella finanziaria c'è il rischio che non ci sia più nulla da fare), mentre per accogliere nuove energie in cassa, il club ha deciso di svendere il costo delle divise e di abbassare i prezzi di ingresso allo stadio. Dopo il trentennale servizio di McFall, nessuno ha voluto allenare il club, salvo l'arrivo del 44enne Niall Currie, che ha perfino definito "un sogno" il suo approdo a Shamrock Park. Ma intanto il baratro è sempre più vicino.

Andrea Dimasi

Ha fatto parte dello staff della Nazionale inglese di rugby ai Mondiali under 20 del 2015. Giornalista per il quotidiano Bresciaoggi, qualche comparsata in tv e in radio. Amante di storia e cultura britannica, accanito ground-hopper degli stadi d'oltremanica, segue il calcio inglese da oltre quindici anni. So occupa principalmente di aspetti economici del calcio e di serie minori. E' co-fondatore della pagina Facebook Football League Italia e autore del libro "Old Firm - La battaglia di Glasgow", edito da Urbone Publishing.

Torna in alto